Caro Ristoratore, ora ti spiego perché conviene affidarsi a una piattaforma di delivery nel 2020

Le piattaforme che offrono servizi di food delivery sono realtà ben affermate in tutto il mondo e lo stanno diventando sempre più anche in Italia. Oggi stiamo assistendo al moltiplicarsi della domanda di questo tipo di servizi, soprattutto dopo l’emergenza Covid 19 e le sue implicazione di carattere sociale e politico. Le normative del governo, stanno modificando forse per sempre, il modo di fare ristorazione in Italia. Se prima il delivery era un’opzione, oggi è uno strumento necessario per la sopravvivenza di tante piccole e medie imprese del settore.

Molti saranno d’accordo, altri storceranno il naso, affermando che il food delivery di per sé, può fare poco per risollevare le sorti del comparto della ristorazione. Fatto sta che in tanti hanno riaperto e offrono al momento, esclusivamente servizio di consegna a domicilio. Quelli più previdenti si sono affidati a società specializzate nell’offerta di questo tipo di servizi, altri meno attenti, lo hanno predisposto in maniera autonoma, con tutte le dirette conseguenze derivate da questa scelta. 

 

Ora ti spiego in breve perché è necessario affidarsi nel 2020 ad una piattaforma di delivery in Italia, e perché chi ha deciso di intraprendere questa strada da solo, sta commettendo un grosso errore che andrà ad impattare negativamente sulle sorti del suo business.

 

  • Il primo aspetto da considerare quando si vuole mettere in piedi un servizio di consegne a domicilio è quello relativo ai costi del personale e all’elevato turn-over che caratterizza il lavoro dei riders della ristorazione.

 

Per molte aziende, le consegne rappresentano oggi, un bacino di entrate importanti. Ma allo stesso tempo, avere diversi responsabili delle consegne, può ridurre di molto i profitti. Associarsi a società specializzate nelle consegne a domicilio, non solo può aiutare a risparmiare sui costi della manodopera, eliminando la necessità di avere uno o più riders a busta paga. Ma permette di velocizzare enormemente le consegne, poiché le maggiori società che offrono questo servizio, hanno a disposizione un numero di riders elevato e sempre disponibile a consegnare.

 

Non solo, affidare in outsourcing le consegne a domicilio, ti libera dalla seccatura di cercare periodicamente nuovi fattorini per le tue consegne. Questo per l’elevato turn over dei soggetti che offrono questo tipo di lavoro. Non dimentichiamo che quella del rider per molti, è una posizione lavorativa transitoria, un modo per tirare avanti in attesa di un’occupazione migliore. Questo implica che dovrai assumere dei lavoratori che con la tua azienda hanno poco o nulla a che fare, con tutte le conseguenze del caso, che vanno dai disservizi fino alle inefficienze, che alla lunga pre giudicheranno l’immagine della tua attività, agli occhi dei tuoi clienti.

 

  • Il secondo aspetto da considerare è quello del tempo. Qualcuno dirà: cosa c’entra il tempo? Il tempo è la risorsa più preziosa per la tua azienda, e come ogni altra risorsa chiave è estremamente limitata. 

Fornire ai tuoi clienti servizi di food delivery “fai da te”, include un enorme dispendio di tempo per la gestione delle ordinazioni, soprattutto per le piccole realtà poco o nulla informatizzate, che ricevono gli ordini via telefono, senza nessun portale web dedicato. Passare ore ed ore al telefono con i clienti, scrivere indirizzi di consegna, natura delle ordinazioni, gestire i driver che dovranno consegnare quanto richiesto, e cosa non poco frequente, gestire eventuali lamentele, implica un enorme numero di ore di lavoro, che potresti utilizzare per dedicarti al tuo core business, quello della ristorazione!

Le maggiori società che offrono servizi di delivery dispongono di strumenti digitali che sostituiscono completamente il vecchio sistema dell’ordinazione telefonica, con una piattaforma ottimizzata per il web e il mobile, capace di integrarsi con il flusso di lavoro della cucina del tuo ristorante.

 

Penserai che è finita qui, che assumere qualche rider in più e predisporre un nuovo dipendente come responsabile per la gestione dei tuoi ordini, ti potrebbe regalare il lusso di strutturare un servizio di delivery autonomo. Pensi che dopo aver risolto le due problematiche menzionate, riceverai chiamate in continuazione con clienti dall’altro lato della cornetta pronti ad ordinare… Beh mi dispiace per te ma non sarà così! I tuoi clienti non arriveranno di certo a valanga, il tuo fatturato dopo questi sforzi economici e organizzativi, non aumenterà. Anzi continuerà inesorabilmente a decrescere, e sai qual’è il motivo? La risposta è molto semplice, hai dimenticato che operi in un mercato caratterizzato da una elevatissima competitività tra le imprese, dove gli strumenti di marketing e le leve di comunicazione prosperano, e dove spesso, l’apparire supera di gran lunga l’essere.

Non importa quanto buona è la tua offerta, oggi se non possiedi una vetrina digitale di qualità, sarai come una goccia in mezzo al mare. Se il tuo ristorante non è supportato da adeguate strategie di marketing digitale, sarai invisibile agli occhi di una moltitudine di potenziali clienti che potresti raggiungere con questo nuovo strumento. Dovrai quindi correre ai ripari e affidarti ad un’agenzia di comunicazione esterna, che gestirà la tua identità digitale e predisporrà le campagne di marketing necessarie per guadagnare nuove fette di mercato. Questo con ulteriori costi a carico del tuo ristorante e a discapito del tuo fatturato.

Uno dei vantaggi principali che offrono le società digitali che si occupano della fornitura di servizi di delivery è la possibilità di acquisire facilmente nuovi clienti. Ad esempio tra le più gettonate realtà di delivery italiane Alfonsino, specializzata nell’offerta di servizi di food delivery per i piccoli centri, offre ai propri partner non solo servizi di marketing ad hoc, ma anche la possibilità per questi ultimi di essere inseriti in un network di ristoranti di qualità, dove è possibile ordinare anche piatti più elaborati, presso i migliori players della ristorazione delle località in cui operano. Essere inseriti in una vetrina digitale in cui il tuo ristorante appare tra i big della ristorazione della tua città, comporta immediatamente un incremento della notorietà della tua attività nella percezione dei potenziali clienti, questo genera nel breve periodo, non solo un aumento dei tuoi ordini e del tuo fatturato, ma anche l’attivazione di un circolo virtuoso difficilmente replicabile senza l’utilizzo di una piattaforma di delivery.

Questi e molti altri aspetti fanno di queste piattaforme l’arma vincente a disposizione del tuo ristorante per superare efficacemente la crisi generata dall’era post Covid 19, ed incrementare così, esponenzialmente il tuo fatturato. Tutto questo ad un costo del servizio sostenuto, basti pensare che in media le maggiori società di delivery, come quella menzionata in precedenza, offrono tutti questi servizi ad un costo di attivazione minimo e commissioni che si aggirano tra il 25% e il 30% delle transazioni effettuate attraverso il loro portale.

Ora ti saranno più chiari i motivi per cui le consegne a domicilio “fai da te” non possono risollevare le sorti della tua azienda, e quanto sia importante affidarsi a società specializzate per sopravvivere nel mercato della ristorazione in Italia nel 2020.

 

AWSMmag è il magazine online che propone quotidianamente il meglio del global lifestyle contemporaneo, spaziando tra cultura pop, comunicazione digitale, moda, arte, design, fotografia, musica e cinema. Un daily mag dal tono veloce e piacevole, luogo d’incontro ideale e di tendenza della vita quotidiana in cui confrontarsi e informarsi. Dedicato agli addetti ai lavori, ma anche ai semplici appassionati.