Caserta sempre più città della pizza | I 5 pizzaioli da tener d’occhio nel 2018

Non solo Franco Pepe, Francesco Martucci e Ciccio Vitiello: Caserta è diventata da tempo città dove tra “canotti” e impasti alternativi, riescono ad emergere pizzaioli giovani e di belle speranze. Pizzaioli di belle speranze che sono giovani, ruggenti, molto spesso spacconi ma allo stesso tempo molto, molto preparati.

I pizzaioli classici tutti mani, farina e bancone per ammaccare non esistono più. Noi di AWSM Mag, dopo un’attenta selezione tra hashtag e scatti Instagram, siamo stati in 10 pizzerie di Caserta che hanno attirato particolarmente la nostra attenzione. E 5 pizzaioli hanno dimostrato di avere decisamente una marcia in più.

5 professionisti da non perdere

#1 Pizz’art
A due passi dalla Reggia c’è Albino Di Lorenzo, con la sua pizzeria Pizz’art. Ideale per chi dopo aver goduto della bellezza dell’arte figurativa degli appartamenti reali, ha voglia di godere di un’altra forma d’arte, quella gastronomica. Non pensate di trovare il cornicione a canotto che tanto va di moda a Caserta, qui non è pronunciato, ma soffice e aerato. L’impasto è leggero e morbido e il condimento ricco. Una pizza decisamente di grande livello e a prezzi contenuti se si considera l’alta qualità del prodotto offerto.

pizzart-caserta

pizzart-caserta

#2 Setapp
Anche in Viale degli Antichi Platani, 3, c’è un luogo in cui la pizza non vuole essere semplicemente buona ma fare la storia. Siamo a San Leucio, frazione di Caserta nota per ragioni di antiche eccellenze artigianali, riconosciuta Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Stiamo parlando della pizza di Pasquale Sesio.

Blend di farine poco raffinate, e che quindi hanno proprietà organolettiche superiori, elevata idratazione e lunga lievitazione ne favoriscono l’alta digeribilità, elemento imprescindibile per chi vuole provare una prodotto di livello superiore. Il risultato? Una pizza fragrante ma allo stesso tempo soffice e che si scioglie in bocca. Pasquale Sesio e di Setapp sono il futuro della pizza nel nostro capoluogo campano.

Setapp-caserta

Setapp-caserta

#3 Prima Classe
È questo il nome della prima pizzeria di Enzo Bastelli, classe 1990. Dopo diverse esperienze il giovane pizzaiolo approda a Caserta. Pur appartenendo alla generazione gommone, produce una pizza dal cornicione che si colloca a metà tra il tradizionale e l’innovativo. La sua ultima pizza del mese lo dimostra a pieno:

cornicione con ripieno di ricotta alla ‘nduja, fior di latte, pomodorini gialli e semidry rossi, chips di patate viola e crema di Provolone del Monaco. Spettacolo del palato assicurato.

Pizzeria-Prima-Classe

Pizzeria-Prima-Classe

#4 Il Diavoletto
Luciano Freddo dal 1995 ad oggi ne ha fatta di strada, e il suo Diavoletto è un’altra pizzeria da tenere presente in questa effervescente realtà casertana. Siamo certi che il nome di Luciano echeggerà anche al di fuori della provincia. Il locale è familiare, ma accogliente e i pochi coperti danno l’idea di quanto si voglia prestare massima attenzione alle esigenze di ogni cliente. Blend di farine tipo 0 e 00, altissima idratazione, oltre il 75%. Forno a legna con piano rotante che si solleva. Il risultato? Cornicione alto e alveolato: la vera pizza a canotto.

Il-Diavoletto

Il-Diavoletto

#5 Il Monfortino
Siamo un po’ fuori dal centro, non lontani da Tuoro patria di Ciccio Vitiello, e siamo sicuri che anche Centurano abbia un degno ambasciatore. Un pizzaiolo che ha vinto uno dei premi di riferimento nel mondo della pizza Napoletana, il Trofeo Pulcinella. Lui è Francesco Di Ceglie, originario di Pomigliano, protagonista di una generazione under 30 che non stende, ammacca. Secondo noi farà molta strada: lui, ha scelto di portare a Caserta la più classica tradizione napoletana. Ci ha fatto assaggiare una delle più buone pizze margherite di sempre, senza fronzoli e con un’identità chiara e definita. L’impasto, il pomodoro, l’olio e il fior di latte si fondono creando un sapore perfetto al palato. Tutto questo ci ha resi entusiasti e soddisfatti nelle aspettative.

Il-Monfortino

Il-Monfortino

AWSMmag è il magazine online che propone quotidianamente il meglio del global lifestyle contemporaneo, spaziando tra cultura pop, comunicazione digitale, moda, arte, design, fotografia, musica e cinema. Un daily mag dal tono veloce e piacevole, luogo d’incontro ideale e di tendenza della vita quotidiana in cui confrontarsi e informarsi. Dedicato agli addetti ai lavori, ma anche ai semplici appassionati.