#INTERVIEW | LBL LAB: BACKWORD + ZANISI

Eravamo lì, in prima fila a goderci il concerto nella suggestiva cornice del Rialto Sant’Ambrogio, luogo di espressione della cultura indipendente romana più in fermento, nel cuore del ghetto ebraico della Capitale. Abbiamo consumato la live session sul sito ufficiale (SESSION 02 – BACKWORDS + ENRICO ZANISI) e siamo già pronti per il prossimo LAB del 12 dicembre. Oggi invece vi proponiamo un video inedito ed esclusivo che raccontata la serata dal punto di vista dei protagonisti.

Sì, siamo riusciti a scambiare quattro chiacchiere con Pardo ed Enrico prima della performance e vogliamo condividere con voi le loro suggestioni a caldo rispetto al progetto LBL, la netlabel che dà vita a sperimentazioni artistiche basate sull’incontro tra diversi linguaggi e generi musicali.

LBL progetta e sviluppa interazioni tra producer di elettronica, dj e musicisti jazz di generazioni trasversali. Promuove ciò che è inatteso, inconsueto, ma anche ciò che si credeva trascorso e torna invece ad una dimensione futuribile. Stiamo parlando di un contenitore digitale con materiale audio e video degli artisti coinvolti e dei loro progetti.

Una factory che plasma in maniera profonda design, artwork e immaginario dei propri lavori, una agenzia che si occupa di creare eventi live e seguire booking & management dei propri talenti, insomma, un nuovo network creativo, musicale, che non ci dispiace affatto!

Ecco allora l’intervista al Rialto di Roma che vede protagonisti Michele “Pardo” Pauli aka Backwords, già chitarra e mente produttiva di Casino Royale e Royalize, ed Enrico Zanisi, tra i più brillanti e talentuosi giovani pianisti jazz in Italia, insieme alle menti di LBL, tutto in una speciale clip video realizzata in esclusiva dal nostro team giramondo.

Godetevela tutta!

"Tuttologa” multitasking col naso all'insù, devo sempre aggiungere la mia. Foodie, geek, traveller per passione. Project Manager & Social Media Consultant based in Rome, ArtAttacker @ artattack.nativeadv.it. Attenta alle novità del mondo del digital, del design e della moda applicati ai più svariati settori: dall’architettura, agli eventi, all'arte, al food. Io? Una storyteller girovaga con le gambe sotto il tavolo, sì, quello di un buon ristorante!