QUESTO LETTORE DI CASSETTE, SUONA SPOTIFY UTILIZZANDO NASTRI ANNI 80

Cari nostalgici della musicassetta, voi che non riuscite a dimenticare l’emozione del premere contemporaneamente i pulsantini REC & PLAY, voi che utilizzavate la matita per portare il nastro in avanti o riavvolgerlo, ancor prima del Napster, di YouTube, e delle altre diavolerie moderne, ebbene ecco a voi un fantastico aggeggio retrò creato tramite Raspberry Pi.

Lo sviluppatore britannico e produttore Matt Brailsford è riuscito a combinare la tecnologia moderna – Raspberry Pi, Spotify, e NFC tag – con quella retrò di ieri per costruire, partendo da un normalissimo lettore di cassette portatile anni 80, un media server capace di richiamare e riprodurre playlist.

Funziona così: All’interno del lettore di cassette, tutti i componenti standard sono stati rimossi e al loro posto sono stati aggiunti un Raspberry Pi, un lettore di tag NFC (che si può anche vedere attraverso il foro nella parte superiore del telaio in metallo), una scheda a circuito stampato (PCB), un amplificatore con il suo potenziometro per controllare il volume, ed un circuito personalizzato per collegare i tasti del lettore di cassette con l’uscita del Raspberry Pi tramite microinterruttori incollati sotto i pulsanti.
Sul Raspberry Pi si installa una versione di MusicBox con al suo interno un po’ tutte le caratteristiche di streaming come Spotify. Quando una cassetta viene caricata nel lettore, il modulo personalizzato legge l’ID del tag e cerca una playlist associato a tale ID; una volta trovata la playlist, ogni volta che si preme un tasto sul lettore, il lettore di cassette compie tale azione sulla playlist: Play / Pause / Stop / Rewind / Forward… Se una cassetta viene rimossa, il modulo rileva il comando e blocca l’esecuzione del pezzo e della playlist in attesa che ne venga inserita una nuova. Lo voglio! Quanto tempo ci vuole per il progetto completo e per avere questo dispositivo in commercio ancora non si sa, per il momento c’è qualche prototipo ed un video che dimostra praticamente la teoria spiegata qui sopra.

Non sappiamo se quest’idea riuscirà ad approdare in qualche canale distributivo, per il momento ci piace pensare di poter ristabilire una connessione fisica con la musica in quest’era puramente digitale.

Export Area Manager per una multinazionale settore food and beverages (azz) … smazzo cibo Made in Italy nel mondo; nella vita reale invece sono speaker e autore di programmi radiofonici in giro per varie radio – attualmente On Air assieme a Stefano Calvanese ogni Sabato pomeriggio dalle 16 alle 19 su Radio Primarete con EXTRA. Membro della Crew "Blood & Soul" di produzione e promozione musicale... Curioso, logorroico, insonne e a tratti saputello, ho fatto il pilota di aerei, sogno di acquistare una casa sulla Great Ocean Road, appassionato di musica funk/soul/hip hop ed elettronica. Disegno tanto, scrivo e lavoro di notte… La notte è un privilegio per chi la vive e può far girare i propri pensieri più intimi mentre gli altri dormono.