Con Desperados ARRIVA SU NOISEY PARTY INSTINCT

Con Desperados sbarca su NOISEY “Party Instinct”, l’ultima guida alla scena del clubbing italiano.

Calmi, vi spieghiamo meglio.

Desperados, la birra aromatizzata alla tequila del gruppo HEINEKEN, ormai già da qualche mese accompagna e anima le serate danzanti nei migliori club, party e festival di musica elettronica di tutta Europa con i suoi fighissimi Party Instinct.

Ecco, ora è pronta a portare alla ribalta la musica elettronica anche in Italia con un super tour della #partyinstinct machine in 30 diverse location nei luoghi più cool dello stivale. Avrete così la possibilità di prendere parte ai migliori urban party con Dj set, performance di artisti di strada, percussionisti, parkour e iron performer.

Atmosfere uniche ed emozionanti, segnalate e raccontate attraverso una mini-serie di documentari dedicati alle diverse realtà nostrane, sulla piattaforma Noisey, il vertical musicale di VICE lanciato in Italia nel 2013.

PARTY INSTINCT è quindi anche il nome della nuova sezione del sito di Noisey in cui troverete racconti su ogni aspetto della vita notturna (e qualche volta diurna) legata alle serate, alle all- dayers, ad ogni momento in cui l’istinto a far festa prende il sopravvento. Inoltre avrete a disposizione anche un calendario SAVE THE DATE dei migliori eventi sparsi sul territorio. Insomma diamo il benvenuto a un nuovo contenitore di news dal mondo della musica, interviste, mix esclusivi, playlist, report e gallery fotografiche che terrà caldi gli animi in attesa dei grandi party che, dopo aver infiammato le grandi capitali europee, da novembre arriveranno finalmente anche a casa nostra.

 

"Tuttologa” multitasking col naso all'insù, devo sempre aggiungere la mia. Foodie, geek, traveller per passione. Project Manager & Social Media Consultant based in Rome, ArtAttacker @ artattack.nativeadv.it. Attenta alle novità del mondo del digital, del design e della moda applicati ai più svariati settori: dall’architettura, agli eventi, all'arte, al food. Io? Una storyteller girovaga con le gambe sotto il tavolo, sì, quello di un buon ristorante!