Il negozio d’abbigliamento URBAN OUTFITTERS VENDE PIU’ VINILI DI QUALSIASI ALTRO POSTO AL MONDO

Sono all’incirca 6,1 milioni gli album in vinile venduti nel 2013 negli USA. Un dato straordinario se pensiamo che questo numero rappresenta il picco massimo dal 1991 ad oggi e il trend è in costante ascesa.

Incredibile quasi però constatare che il top seller di vinili negli USA non è un negozio di dischi bensì URBAN OUTFITTERS, la catena di abbigliamento per giovinastri hipsterdom che macina fatturato sui vinili più di Amazon o Rough Trade.

A detta del direttore amministrativo della società, il segreto in prima linea riguarda il target: gli store sono frequentati da una generazione che sta riscoprendo il fascino della puntina sul solco di vinile. A seguire, l’innovativo modello di inventario: Urban Outfitters noleggia essenzialmente i propri scaffali a oltre 100 fornitori diversi, senza sostenere direttamente i costi dello stoccaggio e approfittando della piattaforma e-commerce per incamerare ordini e soddisfare le richieste del pubblico. Geniale. Sembra facile ma non lo è.

La ripresa delle vendite del vinile segna un delta positivo anche in Italia. Questo mercato infatti registra attualmente un +36% rispetto allo scorso anno. Nonostante il livello dei volumi di vendita sia ancora un segmento minore che copre il 2,6% del mercato discografico, sono sempre più gli appassionati del suono vintage e i collezionisti che ne alimentano il commercio.

Enjoy!

Export Area Manager per una multinazionale settore food and beverages (azz) … smazzo cibo Made in Italy nel mondo; nella vita reale invece sono speaker e autore di programmi radiofonici in giro per varie radio – attualmente On Air assieme a Stefano Calvanese ogni Sabato pomeriggio dalle 16 alle 19 su Radio Primarete con EXTRA. Membro della Crew "Blood & Soul" di produzione e promozione musicale... Curioso, logorroico, insonne e a tratti saputello, ho fatto il pilota di aerei, sogno di acquistare una casa sulla Great Ocean Road, appassionato di musica funk/soul/hip hop ed elettronica. Disegno tanto, scrivo e lavoro di notte… La notte è un privilegio per chi la vive e può far girare i propri pensieri più intimi mentre gli altri dormono.