Wild Style

Fa indubbiamente un certo effetto pensare che siano passati già più di 30 anni dall’uscita di Wild Style, il lavoro cinematografico di Charlie Ahearn ambientato in una New York anni 80 in cui un giovanissimo writer (Zoro) cerca di uscire dai confini del ghetto dipingendo vagoni della metropolitana.

Certamente un film di culto per gli appassionati di cultura Hip Hop, con squarci di breakdance, freestyle da parte di giovani mc’s e spezzoni di turntablism a livelli notevolissimi.

Fa specie vedere recitare nel film delle giovanissime vere e proprie leggende dell’Hip Hop old school del calibro di Grandmaster Flash, Busy Bee, Zephyr, piuttosto che Lenny Len e Crazy Legs della Rock Steady Crew: vabbè i mostri insomma!

Uno dei primissimi lavori dedicati all’Hip Hop (assieme a Style Wars che per un writer rappresenta l’ABC), e per questo un documento e una testimonianza fondamentali. Durante la produzione bisognava scegliere non solo i rapper e i b-boys che si sarebbero dovuti esibire ma soprattutto le musiche sulle quali l’azione si sarebbe poi svolta, e allora che si fa?

Essendo una produzione abbastanza “Low Budget”, piuttosto che utilizzare i breakbeats che erano popolari a quel tempo e quindi pagare una cifra di licenze e royalties, si decise di commissionare breakbeats originali a Fab 5 Freddy – prima Hip Hop Legend presente sia come attore che come writer nel film, un personaggio stratosferico, il primo a unire la cultura hip hop e mass media, per intenderci l’ideatore e primo conduttore in America di YO! MTV RAPS.

In una settimana, si mette in studio con il chitarrista dei Blondie, Chris Stein e con uno dei loro batteristi turnisti Lenny Ferrari e creano una soundtrack originale, la stampano in 100 copie da 13 tracce (di cui stranamente solo 5 vengono utilizzate nel film) e la distribuiscono ai vari Dj per i cut e le performances che avrebbero poi fatto dal vivo nella pellicola.

I vinili finiscono nelle mani di gente come Grand Wizzard Theodore, Charlie Chase e Kevie Kev Rockwell che durante il film sfoggiano di stile e mestiere. Stranamente però questa colonna sonora originale con i beats e breaks presenti nel film non ha mai avuto rilascio mainstream, almeno fino a quando non decide di mettere le mani sui nastri originali reel to reel il buon Dj Kenny Dope.

Il prossimo 13 di Agosto infatti è prevista l’uscita sulla sua etichetta Kay-Dee Records su 7 vinili 45 giri, di tutte le 13 tracce originali assieme ad un cofanetto ed un book di 28 pagine con foto scattate durante le riprese del film e una storia della produzione scritta da Brian Coleman.

Il DJ ha anche preso i master originali e allungato le pause. Nel caso in cui aveste voglia una volta tornati a casa di rapparci su.

Enjoy!

Export Area Manager per una multinazionale settore food and beverages (azz) … smazzo cibo Made in Italy nel mondo; nella vita reale invece sono speaker e autore di programmi radiofonici in giro per varie radio – attualmente On Air assieme a Stefano Calvanese ogni Sabato pomeriggio dalle 16 alle 19 su Radio Primarete con EXTRA. Membro della Crew "Blood & Soul" di produzione e promozione musicale... Curioso, logorroico, insonne e a tratti saputello, ho fatto il pilota di aerei, sogno di acquistare una casa sulla Great Ocean Road, appassionato di musica funk/soul/hip hop ed elettronica. Disegno tanto, scrivo e lavoro di notte… La notte è un privilegio per chi la vive e può far girare i propri pensieri più intimi mentre gli altri dormono.