VODAFONE PRESENTA Congorock’s #First 3D Clubnight

Vodafone desidera supportare le persone ambiziose a realizzare qualcosa di straordinario per la prima volta. Perché sono le imprese straordinarie che rendono il mondo più interessante e favoriscono progresso e scoperta. Lancia quindi l’iniziativa Firsts, perché mai come di questi tempi le persone si servono della tecnologia mobile per compiere qualcosa per la prima volta.

Il 17 Luglio, al Teatro Vetra di Milano, non è concesso perdersi il First di Congorock: un live set in stereoscopia. Per la prima volta, potrete vedere la musica: in 3D. Grazie alla tecnologia stereoscopica attiva, durante il set di Congorock 500 fortunati, dopo una rapida registrazione online e aver inforcato un paio di occhiali, lo seguiranno all’interno di un viaggio di suoni, colori e geometrie mai visto prima.

Per partecipare all’evento, è necessario registrarsi QUI.

Non si tratta di una semplice festa, è qualcosa di creativo o tecnologico.

E tu, hai un sogno nel cassetto? 
Raccontalo su firsts.com

Barbara Haase, Brand Director del Gruppo Vodafone, ha dichiarato:

Da quando abbiamo creato Vodafone Firsts, abbiamo assistito a emozionanti testimonianze della gioia provata da persone che sperimentano una “prima volta” e che hanno utilizzato la tecnologia mobile per condividerla. Con questa nuova iniziativa, la campagna Firsts crescerà ancora e non vediamo l’ora di poter aiutare le persone a trasformare i loro progetti in realtà”.

 

SAVE THE DATE: 

17 Luglio 2014

Teatro Vetra, Piazza della Vetra, 7 – Milano
Apertura porte: 22:00

Supporting acts: Furtherset, Elisa Bee

L’ingresso è garantito fino ad esaurimento posti

Per tutti i dettagli clicca qui.

"Tuttologa” multitasking col naso all'insù, devo sempre aggiungere la mia. Foodie, geek, traveller per passione. Project Manager & Social Media Consultant based in Rome, ArtAttacker @ artattack.nativeadv.it. Attenta alle novità del mondo del digital, del design e della moda applicati ai più svariati settori: dall’architettura, agli eventi, all'arte, al food. Io? Una storyteller girovaga con le gambe sotto il tavolo, sì, quello di un buon ristorante!