ILLUM SPHERE | GHOST OF THEN AND NOW

Dietro lo pseudonimo “Illum Sphere” si cela Ryan Hunn, owner della label e nightlife di Manchester Hoya: Hoya, artista che dopo svariati lavori su label quali Tectonic di Pinch e la celeberrima Young Turks (si, quella di The XX e SBTRKT) e remix ufficiali per Radiohead, ha deciso di regalarci il suo primo attesissimo album su Ninja Tune. L’album si apre con la buia “liquesce”, traccia in collabrazione con Shigeto, per poi salire di frequenze con il featuring con Mai Nestor in “at Night” e “Sleeprunner”, primo singolo estratto dell’album. Va inoltre sottolineata la collaborazione con la newyorkese ShadowBox in ben tre tracce, le quali rappresentano il valore aggiunto del lavoro del talento britannico.

“Ghost of then and now” è un album completo,  fatto di viaggi nostalgici e atmosfere sensuali, in cui l’artista spazia tra sci fi, jazz ed elettronica ricordando gli ultimi lavori di artisti come Bonobo e Flying Lotus.

Insomma, di certo Ryan Hunn ha fatto centro.

 

Ossessionato di musica fino allo sfinimento, curioso e continuamente in fuga dalla monotonia. Un Degree in Economia e Management, Head del collettivo Propaganda, events management a Caserta