Miley chi?

Mercoledì mattina, il giorno dopo la grande impresa sanremese. Mi stavo ancora riprendendo dalle dieci ore di Festival e dall’effetto morfinico di Fazio-Gramellini-Littizzetto quando si apre la finestra di chat : <<che ne dici di due righe per parlare di Miley Cyrus, come la vedi? C’è molto buzz in giro>> cit. Nonostante stessi sudando freddo perché non avevo assolutamente idea di cosa buttar giù, sono stata conquista dall’espressione “c’è molto buzz in giro” e non ho saputo resistere.

Poiché non sapevo come iniziare e cosa scrivere, sono andata sul sito della cantante per vedere se c’era qualche succulenta novità, un nuovo video, altre foto con Terry Richardson o esibizioni stravaganti in qualche talk show-radio-spettacolo in giro per il mondo. La mia attenzione viene catturata da una piccola foto, sul lato destro dello schermo, che precede una breve biografia.

foto 1

Il trafiletto inizia così: “A meno che tu non viva sotto una roccia, molto probabilmente sai chi è Miley Cyrus.”

Pausa.

Lo rileggo una seconda volta.

E si.

Mi sento offesa.

Il fatto che sul sito sia ben sponsorizzato il nuovo singolo, con tanto di video tra le lenzuola, non mi interessa più. Adesso devo capire da dove arriva la presunzione degli autori di questa ventenne starlette nel digitare quella frase e premere invio in mondo visione.

[Tanto per inciso, prima della scandalosa esibizione agli Mtv Video Music Awards – e prima che ogni singolo  magazine fosse tappezzato dal suo nome – non avevo idea di chi fosse.]

Girando un po’ su internet è stato tutto molto chiaro.

Sono tre le parole chiave : Club di Topolino – Hanna Montana – Video Sexy

La successione, per quanto ovvia, mi sembra addirittura superata – ci siamo già passati con Britney Spears e Christina Aguilera che da innocenti ragazzine timide in salopette colorate, sono sbocciate in cantanti secsi-pop, in tenuta da scolaretta zozza una, e in toppino e jeans attillatissimi l’altra, senza passare per la serie televisiva. Eppure, l’equazione continua a produrre reginette. Ne siamo testimoni.

foto 2

Da bambina prodigio a diva della Disney, Miley sapeva che per scrollarsi di dosso la pudica e virginale Hanna Montana, doveva fare di più che ossigenare e rasarsi i capelli. Ed ha agito. Via i vestiti. E così, grazie alle sue sfacciate e continue provocazioni, tutti, anche quelli che vivono sotto le pietre, sanno chi è Miley Cyrus, adesso. Obiettivo raggiunto ragazza.

foto 3

Una cosa vorrei dirla. Topolino aveva davvero ragione, “lui fa sempre divertire i grandi ed i piccin, tutti ormai già lo san, solo Topolin!”. Che nessuno abbia il coraggio di contraddirlo.

Stilatrice compulsiva di liste, post-it e foglietti volanti ricoprono la mia scrivania. Mi destreggio da equilibrista tra un’udienza in tribunale ed una mostra fotografica. Adoro il cinema, ho una cotta per Mastroianni e vorrei vivere in un film di Wes Anderson. La mia parola preferita è Vintage, tutto ciò che è appartenuto al passato deve essere mio; ascolto musica in vinile – sussultando ad ogni fruscio – prediligo la fotografia analogica e i vecchi libri impolverati delle bancarelle di Mezzocannone. Detesto il cinese, ma non smetterei mai di mangiare sushi e hot fudge. Sogno di vivere tra Parigi e New York, a metà strada tra Amelie Poulain e Carrie Bradshaw. Instagram: SOFIA_ZIMMERMAN