Cosa pensa Dave Grohl dei talent show?

“Quando penso ai ragazzini che guardano in TV programmi tipo ‘American Idol’ oppure ‘The Voice’ e poi pensano ‘Oh Ok, questo è il modo in cui si diventa musicisti, rimanere in fila per otto fottutissime ore con altre ottocentomila persone in un convention center e… e poi canti con tutto te stesso davanti a qualcuno che poi deve giudicarti e magari dirti che non sei bravo abbastanza…’ Cioè ve l’immaginate? Si sta distruggendo la futura generazione di musicisti!
I musicisti dovrebbero andarsi a comprare un vecchio drum set in qualche mercatino dell’usato e ficcarlo lì in garage… dovrebbero chiedere agli amici di andare lì, dovrebbero cominciare a suonare, godersi i momenti più belli della loro vita e poi all’improvviso diventeranno i Nirvana.
Perché questo è esattamente quello che è accaduto ai Nirvana. Semplicemente un gruppetto di ragazzi con vecchi merdosi strumenti che si incontrano, iniziano a suonare della robaccia rumorosissima e poi diventano la migliore band del mondo. E questo ancora può accadere! Non hai bisogno di nessun fottutissimo computer o di Internet o ‘The Voice’ o ‘American Idol’.”

Dave Grohl

Export Area Manager per una multinazionale settore food and beverages (azz) … smazzo cibo Made in Italy nel mondo; nella vita reale invece sono speaker e autore di programmi radiofonici in giro per varie radio – attualmente On Air assieme a Stefano Calvanese ogni Sabato pomeriggio dalle 16 alle 19 su Radio Primarete con EXTRA. Membro della Crew "Blood & Soul" di produzione e promozione musicale... Curioso, logorroico, insonne e a tratti saputello, ho fatto il pilota di aerei, sogno di acquistare una casa sulla Great Ocean Road, appassionato di musica funk/soul/hip hop ed elettronica. Disegno tanto, scrivo e lavoro di notte… La notte è un privilegio per chi la vive e può far girare i propri pensieri più intimi mentre gli altri dormono.