Winamp ritorna in vita grazie a Radionomy

Non è mai stato un semplice lettore multimediale, Winamp dal 1997 e per un decennio o poco più è stato accolto in quasi tutti i personal computer del pianeta grazie alla Nullsoft, software house fondata da Justin Frankel proprio nel ’97. Dopo aver chiuso i battenti il mese scorso, c’è stato qualcuno che, o per affezione o per affari ha deciso di riportarlo a galla. L’azienda Radionomy ha deciso di far resuscitare il player, lasciandolo pulito, così com’è, ma con l’aggiunta di 60 mila stazioni radio, 6 mila add-on tra skin e plugin e una capacità di riproduzione di 60 formati audio-video diversi.
Trentenni nostalgici, fatevi avanti.